martedì 23 giugno 2009

Ti prego, SALVAMI.

Persa in una luce scura che non mi porterà da nessuna parte, naufragata in
pensieri strani che non hanno nulla di concreto. Lontano dalle mille parole che riempono ogni
vuoto, cosi pesante e insistente, un po' come questa giornata.
Ti prego, salvami.
Sto affogando, sola tra la gente, preda di una stupida follia che mi tira sempre
piu giu.
Contro le onde non si va avanti.
Ferma qui.
Salvami, ti prego.
Senza alcun limite inutile, senza battiti, senza respiri.
Ferma, fuorni dalla mia mente.
Ti prego, salvami.
Nel freddo di un sorriso mancato, tra uno sguardo perso nella nebbia e una parola
portata via dal vento, come una foglia che sgretola le ossa.